Le domande frequenti sul Digital Marketing

Qui troverai le risposte alle domande frequenti sul digital marketing e la pubblicità online che riceviamo più spesso

Le domande sul digital marketing per categoria

Agenzia Digitale/Come Lavoriamo

Parliamo di web marketing – o digital marketing – indicando con queste parole l’utilizzo di internet per la promozione della tua la tua attività attraverso i motori di ricerca, l’uso dei social media, le e-mail e i video.
Dedicarsi alla promozione online di un’azienda richiede uno sforzo considerevole. Il marketing tradizionale, quello tramite radio, televisione, volantini, cartelloni aveva dei limiti, che approfondiremo in seguito.

Oggi con la pubblicità online, con miliardi di persone connesse tutti i giorni la rete ti offre infinite possibilità per mettere i tuoi prodotti o servizi al posto e al momento giusto davanti agli utenti che lo desiderano o che potrebbero desiderarlo.

Il marketing digitale a differenza del marketing classico,non parte dalle classiche 4P(Product,Place, Price, Placement) ma dall’utilizzatore finale, effettuando uno studio delle abitudini,interessi e parole chiave di ricerca, per creare campagne pubblicitarie mirate, e rendere più semplice il monitoraggio delle conversioni altrimenti, in alcuni casi, impossibile.

Nel MARKETING TRADIZIONALE la comunicazione è a senso unico e dall’alto al basso: l’azienda parla ad un cliente passivo.

Oggi il DIGITAL MARKETING diviene bidirezionale, caratterizzato da un dialogo continuo e reticolare: il cliente può interagire e conoscere l’azienda da diversi canali. 

Ecco perchè è fondamentale farsi conoscere con il branding awareness e proteggere la propria reputazione: questi aspetti influiscono sempre di più sulle vendite.

Un’agenzia di marketing digitale è un’azienda che, avendo al suo interno professionisti di tutto ciò che riguarda la comunicazione online e la promozione in rete, offre i suoi servizi a quelle attività che oggi si rendono conto dell’importanza enorme che oggi riveste il web.

Noi di Letsgrowup infatti collaboriamo con diverse figure indispensabili per offrire un pacchetto

completo a qualsiasi cliente e per ottimizzare al meglio la presenza online sia sui motori di ricerca che sulle piattaforme social.

L’ottimizzazione SEO del sito e la scrittura persuasiva ottimizzata SEO di per sé già sono sufficienti per posizionare in maniera ottimale un’attività suimotori di ricerca.

Il passo successivo è quello di portare traffico al sito web, targhettizzare i possibili clienti e ritarghettizzarli per campagne specifiche.

Oltre all’ottimizzazione secondo una logica SEO offriamo:

un servizio di revisione parziale e totale del sito web (sfruttando l CMS più diffusi)

ri-scrittura dei servizi e prodotti offerti, in logica SEO

creazione di un palinsesto editoriale

strategia e gestione della reputation aziendale (ad es.recensioni negative online).

Il web marketing è conveniente.

Rispetto alle forme tradizionali di marketing, il web marketing costa molto di meno. Ad esempio una campagna su facebook in molti casi costa mediamente 3 volte in meno rispetto ad un annuncio sul cartaceo. Oltre ad essere ben più mirato, a patto che tu abbia elaborato una corretta analisi e una strategia di marketing a prova di bomba per aiuti a individuare il pubblico desiderato.

Il web marketing è specifico.

Non esistono altre opzioni di pubblicità che ti permettano di avere accesso alla mole di dati che ti possono dare gli strumenti online per la profilazione del tuo pubblico. Si possono selezionare i comportamenti, le abitudini di acquisto, le metriche demografiche, l’istruzione, settori geografici.

Il web marketing coinvolge.

Rispetto al marketing tradizionale, che spesso interrompe dando fastidio (pensa a quanto può risultare fastidiosa una pubblicità dell’ultimo modello della nuova fiat quando il cattivo del film sta spiegando i motivi che lo hanno spinto a compiere tutte le sue malefatte).

Al contrario, quando viene fatta bene la pubblicità online diventa utile ai tuoi potenziali utenti, perché offre soluzioni che a loro servono.

Ciò rende più agevole l’avvio di conversazioni e la creazione di fiducia rispetto ad altri strumenti pubblicitari.

 

Il web marketing è misurabile.

Quanto hanno successo le tue attuali campagne pubblicitarie? Qual è la quantità di affari che ti hanno raccolto? A volte queste risposte sono difficili da formulare. Uno dei migliori vantaggi del web marketing è la sua capacità di quantificare i risultati. .

Il nostro lavoro come agenzia di marketing digitale è semplificare la vita degli imprenditori che ci incaricano di gestire tutto ciò che riguarda la gestione della loro presenza su internet e del marketing per la loro azienda.

 

  • Scegliamo quali sono le migliori piattaforme per fare crescere la tua attività
  • Studiamo il tuo cliente target
  • Creiamo il tuo messaggio
  • Organizziamo e ti disimpegniamo
  • Misuriamo e ottimizziamo i risultati

Cosa serve alla tua attività?
Pensi che Il social media marketing sia la risposta alle tue esigenze? o forse sarebbe meglio Google ads? Magari una campagna pubblicitaria per mandare traffico al sito e poi una campagna di e-mail marketing.

Il nostro lavoro è rispondere a queste domande: Qual’è la migliore piattaforma, o quali sono, per fare crescere e conoscere il mio brand, quando fare pubblicità, perchè e come.

Le principali piattaforme che utilizziamo:

  • Google ads (ex Adwords)
  • Google my Business
  • Facebook Ads
  • Instagram

Partiamo col dire cosa sono le “buyer personas” e gli “audience insight”

La BUYER PERSONA è quel cliente tipo che acquista il tuo prodotto o servizio.⠀
Viene “costruita” in base a dati e informazioni dei clienti che un’azienda già possiede e si elaborano o con un’intervista o con un questionario (scelta più veloce ed economica, anche se non fornisce lo stesso grado di precisione.

Le domande a cui bisogna rispondere sono:

  • Quali sono i problemi e i bisogni del mio potenziale cliente
  • Quali sono le sue aspettative?
  • Perchè il mio prodotto va bene o non va bene per lui?
  • Cosa del mio prodotto/servizio lo convice ad acquistarlo
  • Chi condiziona i suoi comportamenti e le sue scelte?
  • Dove e su quali tipi di fonti prende informazioni?
  • Come si svogle il suo processo di acquisto, da quando nasce il bisogno fino a quando prende la decisione finale?

L’AUDIENCE INSIGHT (di Facebook) invece, fornisce le informazioni demografiche di un pubblico (un insieme di persone) partendo da interessi che si vanno ad inserire.⠀
Ad esempio effettui una ricerca di persone interessate al gluten-free, e scopri che la maggiorparte di queste sono donne, tra i 25 e 54 anni, che lavorano nel management, sposate e residenti a Roma e Milano.⠀

L’utilizzo coniugato di questi due strumenti si dimostra fondamentale per la buona riuscita di una campagna di digital marketing perchè ci permette di costruire il messaggio giusto per il pubblico in target.

La coerenza la fa da padrone.

A nessuno piace vedere un feed di instagram o di facebook con immagini disordinate o grafiche sempre diverse. Ogni contenuto, descrizione, foto, grafica o video che sia deve essere per chi ti conosce, riconducibile a te, e per chi non ti conosce stimolare interesse e fiducia nel tuo “brand”.

E’ per questo che la nostra agenzia si rivolge a professionisti seri che dopo un’analisi attenta del nostro cliente, elabora – qualora non sia presente il tone of voice dell’azienda – e delle grafiche sempre originali e coerenti con i valori e i colori dell’azienda.

Occuparsi della promozione online, creare il proprio profilo target, creare le grafiche, scegliere quali foto e come fare le foto della tua attività o dei tuoi prodotti, misurare i risultati e ottimizzarli, creare un calendario editoriale, elaborare una strategia vincente….

Queste mansioni richiedono tempo, molto studio e all’inizio – quando non si è pratici – possono provocare frustrazioni (tranquillo ci siamo passati anche noi all’inizio)

Collaborare con un’agenzia di digital marketing può semplificarti la vita e portarti ai risultati che desideri – e spesso oltre – in minor tempo.

Una delle cose migliori del marketing su Internet è la possibilità di sapere esattamente qual’è il ROAS che ci permette di rivedere  quotidianamente i risultati e verificare se stiamo gli obiettivi che ci siamo dati inizialmente. Al contrario, se non sta andando come dovrebbe, siamo in grado di modificare in corso d’opera tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

Se l’attività invece sta andando alla grande, con il digital marketing possiamo capire cosa lo sta rendendo un tale successo.

Let’s Grow Up Invia mensilmente ai suoi clienti dei report sull’andamento delle campagne per garatire la massima trasparenza rispetto al lavoro che si sta svolgendo.

Hai due strade da percorrere. La prima è quella di occuparti tu della promozione della tua attività. Quello che probabilmente già sai è che ottenere veramente dei risultati richiede tempo esperienza ed errori commessi (denaro speso inutilmente).

 Se hai un’attività e vuoi vendere un prodotto o un servizio, rivolgersi ad un’agenzia può in definitiva essere la migliore opzione per collocare in maniera vincente la tua azienda sul web.

Web Marketing

Noi di Let’s Grow Up basiamo la nostra modalità operativa sul “METODO ASA” che nasce da un’attento studio dei processi evolutivi del marketing all’interno di aziende operanti in diversi settori, dall’alberghiero allo studio dentistico, dalla ristorazione al noleggio di veicoli.

Si basa su un processo di 3 attività basilari suddivise al loro interno da altre attività consequenziali che portano all’obiettivo finale: aumento clienti e vendita del prodotto o servizio.Il metodo ASA sfrutta i dati presenti su facebook, google trends, google my business, analytics e così via per poi scegliere se optare per il digital marketing o il marketing tradizionale, o entrambi.

ASA è l’acronimo di Analisi Strategia e Azione, macro fasi che al loro interno nascondono decine di strumenti e attività da portare a termine per procedere alla fase successiva fino a quella finale.

L’ANALISI

Come anticipato precedentemente l’analisi viene svolta su piattaforme di social network e motori di ricerca, quindi esclusivamente online e partendo dallo studio del consumatore finale.

Prima di qualsiasi analisi si parte però da una domanda specifica che avrà la funzione di indirizzare la scelta delle attività e strumenti da effettuare e usare.

– Quale obiettivo vuoi raggiungere?

In definitiva, fare web marketing ha l’obiettivo di aumentare i propri guadagni, o lo è almeno in parte.

Realizzare un piano di marketing senza darsi un obiettivo sarebbe come costruire una nave senza montare un timone.

Cosa vuoi ottenere?Cosa stai cercando di realizzare? Le risposte generiche come “guadagnare di più” per quanto possano essere oneste non sono sufficienti, proprio in virtù del loro carattere generico. Vuoi aumentare il numero dei tuoi clienti? Aumentare il traffico al tuo sito web? Espandere il database di e-mail? Aumentare i follower del proprio account instagram?Più sei preciso con le tue domande, più è probabile che web marketing ti aiuti a raggiungere i tuoi obbiettivi e nella maggior parte dei casi.

STRATEGIA

Riuscire a parlare di una strategia in maniera generale è veramente difficile, quello che c’è da sapere è che proprio in questo passaggio si capisce se conviene optare per il marketing digitale, quello tradizionale o entrambi.

Prima di tutto bisogna avere un numero di informazioni del pubblico target tale da darti la sensazione di conoscere quasi personalmente il cliente ideale: le abitudini, le passioni, cosa acquista, come acquista, preferenza di spostamenti e ovviamente sesso, età, posizione geografica nonchè ipotizzare la sua situazione economica e tante altre informazioni.

Può sembrare una cosa difficile da realizzare, e forse lo è, ma è l’unico modo per capire come lo si può raggiungere tramite le campagne pubblicitarie.

In questa seconda fase infatti l’obiettivo è riuscire a capire come può la Tua pubblicità raggiungere il Tuo cliente ideale.

Una strategia di web marketing è un piano generale che utilizza tutti i canali di marketing digitale attualmente disponibili.

AZIONE

Passare all’AZIONE vuol dire avviare la parte operativa e qui non finisce il gioco. E’ appena iniziato.

Nella terza fase infatti si avvia quel processo, che spesso si sente nei video-corsi di digital marketing, chiamato FUNNEL.

Il funnel altro non è che un imbuto, ma noi preferiamo immaginarlo come un setaccio.

Questo “setaccio”, nel marketing digitale, serve a dividere le persone che hanno mostrato interesse al tuo prodotto – o servizio – da coloro che invece non ne hanno interesse.

Gli strumenti di cui ci avvaliamo sono diversi:

ottimizzazione motori di ricerca, annunci google, e-mail, PPC, contenuti, marketing via e-mail, social media marketing, content marketing

Puoi iniziare da solo oppure rivolgerti ad un’agenzia di digital marketing che abbia già esperienza.

Sicuramente la prima cosa di cui hai bisogno per promuovere online la tua attività è costruire una buona strategia di pubblicità online.

  • Capire quali sono le tue buyer personas
  • Quali sono i tuoi obiettivi
  • Dove sta il tuo pubblico
  • Come organizzare una buona comunicazione sui tuoi profili social

 

Puoi anche prendere in considerazione l’assunzione di un professionista del marketing digitale per affrontare questo compito per te.

Per promuovere seriamente la propria attività su internet bisogna scegliere quali sono gli strumenti più adatti tra quelli che la rete ci offre.

  • Facebook Ads
  • Google Ads
  • e-mail marketing
  • Content marketing

La creazione di e-mail sul prodotto o servizio e quindi l’invio a una base di potenziali clienti è una delle forme di web marketing più utilizzate. L’email marketing è economico e può essere estremamente conveniente. In media per ogni € speso, l’email marketing genera 27€.

Bisogna però precisare che noi tutti riceviamo centinaia di e-mail quotidianamente quindi, a meno che non il tuo non è veramente un messaggio esplosivo, nel 99%dei casi la tua e-mail verrà cestinata, non letta e trascurata.

Il contenuto è il re

Co content marketing ci si riferisce alla realizzazione di ebook, video, webinar, documenti di testo, podcast informativi che vengono inoltrati in maniera gratuita attraverso le piattaforme su cui si è presenti. Lo scopo è quello di intercettare e fidalizzare gli utenti.

 

Lo sapevi che le aziende che pubblicano regolarmente sul proprio blog hanno un traffico in rete fino a quattro volte maggiore rispetto alle aziende che non lo fanno? Questo avviene perché gli utenti e cercano risposte su Internet. Coloro che “regalano” informazioni utili e facili da comprendere sono rilevanti per le loro domande ricevono in cambio lealtà e fiducia. Sulla base di un recente sondaggio, il 96% degli inserzionisti online afferma che il marketing dei contenuti è effettivamente efficace per le loro attività, in quanto arriva a triplicare o addirittura quadruplicare le vendite di un’attività.

Il retargeting è senza dubbio lo strumento che porta a più conversioni rispetto a tutti gli altri tool del marketing digitale.

Quando una persona esprime interesse verso la tua azienda mettendo un like, condividendo, commentando un post, entrando sul tuo sito – insomma esprime un qualsiasi tipo di interesse compiendo una qualsiasi azione sul web – i suoi dati vengono raccolti e utilizzati per creare degli annunci personalizzati per questa tipologia di utente. 

È un tipo di pubblicità che ha una possibilità maggiore del 79% di convertire un utente interessato in cliente.Il retargeting è essenziale per coinvolgere quegli utenti che, nonostante abbiano dimostrato un forte interesse verso la tua attività, per un motivo o per un altro non hanno completato un’acquisto.

Non c’è un prezzo fisso perchè non c’è una strategia standard che applichiamo per tutte le aziende di cui ci occupiamo.

Bisogna innanzitutto tenere in considerazione che esistono due tipi di spese:

  • Spese per l’agenzia
  • Spese per le piattaforme in cui viene fatta la pubblicita


Per quanto riguarda le spese per le piattaforme consigliamo di non spendere meno di 150 € su Facebook e 300€ Su Google Ads

Per elaborare un preventivo ti invitiamo a contattarci per fissare una consulenza approfondita sulla tua attività

L’obiettivo del digital marketing è supportare la tua attività per lo sviluppo di una rete commerciale, per analizzare i trend del tuo mercato, analizzare i propri clienti e realizzare dei modelli di clienti tipo per creare degli annunci personalizzati.

  • Puoi lanciare la tua nuova attività
  • Fare conoscere a tutti il tuo brand
  • Aumentare il traffico del tuo sito
  • Aumentare il numero di fan sui tuoi profili
  • Trasformare le persone interessate al tuo brand/servizio in clienti
  • Aumentare il numero dei clienti per la tua attività
  • Generare liste di contatti
  • Aumentare le vendite

Per farla in sintesi, la Seo è l’ottimizzazione di un sito per i motori di ricerca. Vuol dire cercare parole chiave, creare link e backlink, ottimizzazione dei tag, metatag H1, H2, ottimizzare lo snippet di google. Un mondo a parte che però deve essere affrontato dalle aziende puntano ad ottenere più guadagni dai loro sforzi online. Ottimizzare il proprio sito vuol dire aiutare i tuoi contenuti a posizionarsi più in alto nei risultati di Google e vincere della pubblicità su questo motore di ricerca in quanto il sito viene “masticato” meglio dal Big G(google).

Social Media Marketing

Ormai è una verità consolidata: tutti sono sui social (o quasi).

Secondo l’istat, gli italiani trascorrono mediamente su internet 6 ore al giorno. Più di tre volte il tempo trascorso davanti alla televisione. Su 59 milioni di persone ben 54 milioni si connettono ad internet e di questi, 31 milioni (il 52%), si connette da dispositivi mobile. 9 persone su 10 considerano il web come un appuntamento quotidiano al quale non rinunciare.

Ok, questo è per quanto riguarda iinternet in generale,

E sui social?

IMMAGINE HOOTSUITE

Secondo le stime di Hootsuite, 35 milioni di italiani trascorrono 120 minuti al giorno ad interagire sulle piattaforme social.

Per dare un’idea, 2 ore sono un quarto di una giornata di lavoro, un volo per una qualsiasi città europea, 5 o sei puntate di una serie tv, arrivare a napoli con un freccia rossa, prendere un caffè o un babà (insomma quello che preferite, c’è tanta scelta), guardare la corazzata potionsky, attraversare roma da un lato all’altro quando c’è traffico, il tempo per passare dall’antipasto al primo durante un pranzo matrimoniale, il tempo che ci mettono holly e benji ad arrivare da un lato all’altro del campo.  Insomma, veramente tanto tempo,

 

In sintesi. Il mondo digitale non è più ne’ lo spazio dei nerd o in cui ci si scambiano della e-mail alla “C’è posta per te” e dove si può provare a fare qualche promozione per la propria attività locale.

Sta per diventare il centro nevralgico permanente della nostra quotidianità.

Starne fuori non è neanche da prendere in considerazione.

 

Il social media marketing è quell’attività di promozione, di relazione con nuovi potenziali clienti e di posizionamento di un brand, un’attività o un servizio svolta sulle piattaforme di social network.

 

Queste solo le piattaforme utilizzate dagli italiani, sempre secondo hootsuite.
IMMAGINE HOOTSUITE
Mentre le prime due riguardano la visualizzazione di video e la messaggistica istantanea, salta subito all’occhio la preminenza di Facebook e Instagram rispetto agli altri canali. Nonostante ogni attività può avere delle esigenze diverse rispetto al proprio canale promozionale, riteniamo che Facebook sia un ottimo punto di partenza. Successivamente si può decidere su quale piattaforma focalizzare i propri sforzi maggiormente. Questo dipende da fattori quali la posizione del pubblico, che prodotti e/o servizi fornisce la tua attività e quali sono i traguardi che vuoi raggiungere e superare.

Per le nostre campagne di Social media marketing, noi di Lets Grow Up, e in realtà qualsiasi seria agenzia di web marketing, pianifichiamo prima di tutto un palinsesto editoriale che sia di supporto e approfondimento alle campagne di ads sui social e su google.

Inoltre, dato che sono finiti i tempi in cui pubblicavi una grafichetta e la sponsorizzavi per avere qualche risultato, bisogna sempre prestare la massima attenzione alla qualità dei contenuti e al loro “impacchettamento”.

La qualità dell’immagine e del contenuto influenzano in maniera diretta il brand positioning della tua azienda.

Rispondiamo subito a questa domanda.

Sulla maggior parte delle piattaforme, è meglio pubblicare almeno due volte a settimana (anche se possono esserci delle eccezioni)

Non bisogna dimenticarsi che oltre alla frequenza delle pubblicazioni, bisogna chiedersi di cosa parlare quando si pubblica un post.

Realizzare un palinsesto e creare una pianificazione anticipata (almeno settimanalmente) permette di risparmiare tempo sul lungo periodo. Si può utilizzare il Business Manager di Facebook per pianificare i post su questo canale.

Per quanto riguarda instagram può essere utilizzato Hootsuite o Buffer, applicazioni di terze parti ma autorizzate da Zuckemberg che consentono di pianificare su un ampio ventaglio di piattaforme tra cui anche Facebook, Twitter e LinkedIn.

Non tutte le piattaforme lo permettono.

 

Puoi eliminare i commenti:

– Instagram

– Pinterest

– Youtube

– LinkedIn

 

Non puoi eliminare i commenti:

– Facebook

– Twitter

Nonostante dalla tua pagina di Facebook non si possano eliminare i commenti, si ha la possibilità di inserire un filtro per bloccare parole e volgarità che puoi indicare.

Inoltre si possono nascondere commenti indesiderati dalle impostazioni.

 

Per quanto riguarda le recensioni di Facebook, puoi anche disattivarle.

Non crediamo assolutamente che sia questa però la strada da percorrere, piuttosto qualora ricevessi un commento o una recensione negativa, riteniamo che sia meglio rispondere con una soluzione, come chiedere al revisore di contattarti direttamente (tramite messaggistica diretta, email o telefono) per risolvere la situazione. Ciò consente al pubblico di vederti attivo e di rendere felici i tuoi clienti.

Un post è un contenuto formato da un’immagine, un carosello o un video e “opzionalmente” una descrizione che condividi sui social media affinché i tuoi follower possano vederlo organicamente.

Un annuncio ha lo stesso formato di un post che in più ha una call to action, cioè un bottone che fa eseguire delle operazioni desiderate agli utenti che ahai targhettizzato in base a dati demografici e interessi.

 

Negli ultimi anni i social media hanno limitato notevolmente il numero di follower che vedono organicamente i post organici della tua pagina Fb o profilo Instagram. Solo il 3% dei tuoi fan li visualizzerà sul proprio feed.

Per questo motivo, ti consigliamo di promuovere alcuni post, quelli che consideri più importanti ai fini dei tuoi obiettivi per garantire che li vedano più persone possibili.

Un altro ottimo indicatore di un post che dovrebbe essere promosso è quello che si comporta bene organicamente.

Se va bene da solo, dargli una spinta mettendoci dei soldi aumenterà di molto la sua portata

Gli “annunci potenziati” sono chiamati in maniera diversa sulla maggior parte dei canali social. Chi li chiama boost, chi “metti in evidenza”, ma alla fine le piattaforme lo fanno per raggiungere lo stesso scopo.

Guadagnare soldi e fartene sprecare.

Stiamo esagerando, utilizzare questo genere di promozione che forniscono le piattaforme può avere una sua funzionalità. Ad esempio se l’obiettivo è esclusivamente aumentare il coinvolgimento del proprio pubblico con i tuoi post per ottenere più Mi piace, condivisioni e commenti, questa potrebbe essere una soluzione.

Tuttavia vi sconsigliamo vivamente di utilizzare questa funzione per una strategia di marketing che sia anche solo di medio periodo.

Piuttosto, se si vuole provare a fare marketing per la propria azienda in autonomia, ti consigliamo di approfondire le vostre conoscenze riguardo i pannelli di controllo avanzati che sono presenti su Facebook – il business manager – e Google – Google Ads –

Lo strumento avanzato per le inserzioni su Facebook è il Business Manager. Rispetto alla messa in evidenza, realizzare un post con questo strumento ti permette una maggiore scelta rispetto alla call to action e allo stile da scegliere. Questa scelta dipende dal tuo obiettivo di marketing

Notorietà

  • Notorietà del brand
  • Copertura

 

Considerazione

  • Traffico
  • Interazione
  • Installazioni dell’app
  • Visualizzazioni del video
  • Generazione di contatti
  • Messaggi

 

Conversione

  • Conversioni
  • Vendita dei prodotti del catalogo
  • Traffico nel punto vendita

– Facebook Pixel, simile al Google Analytics è uno strumento offerto da Facebook.

Il Facebook Pixel non è altro che una stringa di codici che viene inserita sul proprio sito web e che svolge esattamente le stesse funzionalità di Google Analytics, con alcune differenze, una fra tante quella di matchare il traffico al sito web con le informazioni presenti dentro facebook, riuscendo così ad intercettare quelle persone che hanno visitato il tuo sito web e che possiedono anche un profilo facebook.

Dipende dagli obiettivi. I risultati che noi otteniamo spesso provengono dall’utilizzo commistionato delle due piattaforme.

Nel marketing digitale bisogna infatti distinguere due tipologie di “domande” da parte degli utenti:

  • domanda latente, cioè quel pubblico che può essere interessato al servizio/prodotto offerto, ma che non lo sta cercando in quel preciso momento
  • domanda consapevole, cioè quel pubblico fortemente interessato al servizio/prodotto offerto dall’azienda, dal momento che effettua ricerche specifiche nei motori di ricerca.

Il Facebook Advertising (riguarda la creazione delle campagne pubblicitarie sul “business manager”, piattaforma professionale di Facebook), mira ad intercettare il pubblico latente.

Il Google Advertising (riguarda la creazione delle campagne piubblicitarie sull’account pubblicitario di Google, che creiamo noi sulla piattaforme Google Ads (ex AdWords) orientato ad intercettare la domanda consapevole.

Quindi la risposta non può essere univoca.

Google Marketing

La risposta è semplice: tutte e due!

Sono due mondi simili, ma diversi, che lavorano con lo stesso fine, fare apparire in alto il tuo sito.

Una seo fatta bene rende il tuo sito visibile al motore di ricerca a quelle persone che stanno cercando qualcosa che tu offri attraverso quelle parole chiave inerenti al tipo della tua attività. Ottimizzare il sito, i suoi contenuti, i tag, le keyword di qualità sono le fondamenta su cui si basa la strategia di digital advertising, poichè in concomitanza con il budget investito nelle aste, per Google è importante quanto il tuo sito sia pertinente con le keyword utilizzate dagli utenti.

In sintesi, prima si ottimizza il sito, e meglio si ottimizza, più risultati si avranno successivamente con le campagne a pagamento.

Google Ads  è il software di google per la creazione di campagne pubblicitarie all’interno delle pagine dei risultati di google e nelle sue piattaforme partner. Le inserzioni vengono selezionate, su una base d’asta da un’algoritmo che prende in considerazione, tra le cose, le keyword inserite manualmente dagli inserzionisti.

E’ a differenza di google una pubblicità di tipo Pay per Click

La pubblicità pay per click (PPC) è un’inserzione pubblicitaria che viene pagata nel momento in cui un utente ci clicka sopra.

Dato che l’81% delle ricerche a livello mondiale viene eseguito su google, abbiamo deciso di focalizzarci su questo motore di ricerca.

Vengono eseguite circa 63000 ricerche al secondo su Google e il ricerche scentifiche ci confermano oggi che gli utenti focalizzano la loro attenzione, sui primi 3 / 4 risultati della SERP (la lista di risultati che Google restituisce).

IMMAGINI NEUROMARKETING RISULTATI SERP

IMMAGINE SERP GOOGLE!!

E’ per questo che gli annunci Google sono una importante risorsa del web marketing perché ti danno la possibilità di essere in cima alla lista mettendo la tua azienda di fronte ad un pubblico che sta già cercando informazioni sul tuo prodotto o servizio. Puoi anche decidere quanto spendere, dato che puoi impostare un budget in anticipo e paghi solo per i click che ricevi.

All’interno dell’Account Google Ads si possono impostare diversi obiettivi per le campagne di pubblicità online. 

  • Vendite
  • Lead generation
  • Traffico sul sito web
  • Considerazione del prodotto e del Brand
  • Notorietà del brand e Copertura
  • Promozione di App

I formati delle campagne Google si riferiscono al posizionamento digitale del tuo annuncio: dove verrà visualizzato?

  • Campagna Sulla Rete Di Ricerca
  • Campagna Sulla Rete Display
  • Campagna Shopping
  • Campagna Video
  • Campagna Per App

– Google Analytics è un altro strumento offerto da Google ma forse un pò più ostico da utilizzare perchè deve prima di tutto essere collegato ad un sito web.

Le informazioni raccolte da Google Analytics forniscono esattamente il profilo del tuo consumatore ideale, perchè analizza solo ed esclusivamente i dati proveniente dal tuo sito web.

Per funzionare ha solo bisogno di un piccolo grande requisito, deve ricevere molto traffico altrimenti non è in grado di fornire dati.

Google Trends è una piattaforma di Google intuitiva che mostra il numero di ricerche di un dato argomento o parola in un determinato lasso temporale.

Oltre a questo fornisce dati geografici riferiti a dove le ricerche sono state effettuate, e si possono analizzare eventuali trend di mercato di alcuni argomenti.

(Ad Esempio “costumi da bagno” ha un trend annuale in salita che parte verso la metà di Aprile per raggiunge il picco verso fine Giugno/inizio Luglio e la maggiorparte delle ricerche proviene da regioni come Sardegna, Puglia e Calabria).

L’ottimizzazione della pagina Google My Business (GMB) ti aiuterà a distinguerti dalla concorrenza in una ricerca locale. Fornisce inoltre informazioni utili ai clienti, come il nome dell’azienda, il numero di telefono, la posizione e gli orari. Ecco alcuni suggerimenti utili su Google My Business SEO per migliorare il tuo posizionamento nelle ricerche locali.

Pubblicità online

Tutte le soluzioni per il marketing digitale in un'unica agenzia